MAINO TRASCINA LA CROCETTA A FOSSANO

Nel segno di Claudio Maino. È lui il grande protagonista della vittoria crocettina a Fossano. L’esterno gialloverde chiude con 33 punti (e altre cifre significative: 4/8 da due, 8/14 da tre, 7 rimbalzi, 6 recuperi e altrettanti falli subiti), ma soprattutto è il faro della clamorosa rimonta del quarto periodo.  Nei primi 3 minuti la Crocetta segna una sola volta, con Conti; Grosso e Chakir aprono le danze da tre e Fossano si porta sul 6-2 al 3’. L’ex De Simone fa entrare i gialloverdi in partita, Taverna centra pure lui una tripletta e il primo sorpasso è cosa fatta al 5’: 6-7. 

LA FIAT TORINO LOTTA MA E’ L’HAPPY CASA BRINDISI A VINCERE AL PALAVELA

La sintesi: Sfida di mezzogiorno tra la Fiat Torino e l’Happy Casa Brindisi, al PalaVela di Torino, per la 6.a giornata del giorne di andata della massima serie. Gialloblù ampiamente rimaneggiati per le assenze forzate di McAdoo, Cotton, Delfino e Cusin alle quali si è aggiunta anche quella del giovane Guaiana, colpito da un attacco di varicella come uno dei due assistenti, Stefano Comazzi. Primo quarto molto equilibrato con prevalenza delle difese. La Fiat Torino tiene e chiude sul 13-13.

LA 5PARI LOTTA FINO ALLA FINE, MA TRECATE PASSA AL MONCRIVELLO

Capitan  Quaranta in penetrazione, la tripla di Maccario e la schiacciata di Drame griffano la partenza bianco-verde, Trecate non ci sta e con Tannoia arriva al meno due sul 7-5. Appendini, ancora da fuori, sigla il sorpasso novarese, annullato da tre punti in fila di Drame per il 10 pari. Negri, dal post, rimette avanti gli ospiti, dandogli il più sei. Nicora, in coast to coast, sblocca l’attacco 5PARI a ridosso del decimo. Alla prima pausa gli ospiti conducono sul 16-13.

SORBINO CUP: L’IREN FIXI S’ARRENDE SOLO NELL’ULTIMO MINUTO CONTRO LA FORTE ELCOS BRONI, 65-79

Nonostante il divario tecnico, Broni s’impone a Torino contro L’iren Fixi solo nelle battute finali di gioco, espugnando il parquet sabaudo per 65-79. La squadra di coach Riga ha lottato fino all’ultimo. Partenza entusiasmante della gara, le due squadre giocano a ritmi elevatissimi. Milazzo, Reimer e Lawrence. Broni risponde con le realizzazioni di tutto lo starting five. Coach riga non ci sta e richiama le pantere in panchina per un timeout al 7’ sul 13-17. La strigliata dà i frutti sperati, la Iren Fixi chiude il primo quarto sul 18-22.

AL MONCRIVELLO ARRIVA L’IMBATTUTA TRECATE

Un’altra grande sfida per Quaranta e compagni, chiamati a reagire dopo la pessima prestazione di sabato scorso contro il CUS. Coach Sacco dovrà fare ancora a meno di Antonietti e Ceccarelli, assenze pesanti certo, ma che non creano alibi o scuse alla squadra. Al Moncrivello arriva Trecate, una delle due capolista. I novaresi, imbattuti, sono una formazione profonda, fisica, esperta e talentuosa, capace, finora, di superare senza grandi difficoltà le avversarie. Sanlorenzo, Negri, Peroni e Appendini compongono un nucleo importante, arricchito da giovani motivati e sempre capaci a farsi trovare pronti.

PER LA FIAT TORINO DOMANI ALLE 12 SFIDA AL PALAVELA CONTRO L’HAPPY CASA BRINDISI

Domani, con palla a due dalle 12 e diretta su Eurosport Player, al PalaVela la Fiat Torino è chiamata ad un match delicato contro l’Happy Casa Brindisi, formazione che la precede di due punti in classifica. E’ la sesta partita del girone di andata della massima serie e la Fiat Torino la affronta dopo le due sconfitte maturate in trasferta a Sassari ed in casa contro la corazzata dell’Ax Armani Exchange Milano. Ritrovato il suo head coach Larry Brown la squadra è pronta ad una prova d’orgoglio nonostante la defezione di alcuni giocatori a causa degli infortuni cui sono incappati.

SERIE C GOLD: IL KO DEL CUS AD ALESSANDRIA MATURA TUTTO IN AREA

A mani nude contro l’artiglieria pesante è difficile ipotizzare di portare a casa la pelle. Il CUS torna da Alessandria con un passivo consistente, anche se nel secondo tempo (condizionato dal risultato del primo, è evidente) i gialloblu lasciano sul campo soltanto 6 punti. Già di suo, a livello strutturale, il CUS non dispone oggi di risorse e coperture adeguate a giocarsela contro una squadra così robusta, fisica e tecnicamente solida come la Zimetal; se poi si aggiunge la concessione di due pedine strategiche come Sacco e Di Matteo, e un primo tempo in cui i gialloblu sbattono a ripetizione la testa contro un avversario che, deve fare ancora a meno di Lemmi e Riva, ma costruisce con lucidità e sfrutta con cinismo quasi tutte le occasioni che si procura, ecco spiegato l’ampio distacco già al riposo.

Brindisi

Precedenti storici

L’Auxilium Torino (in serie A) ha affrontato Brindisi 9 volte conseguendo altrettante vittorie di cui 6 in A2 e 3 in A1. Maggior differenza in A2 il 20/04/1977: China Martini Torino-Libertas Brindisi 106-79 Maggior differenza in A1 il 14/02/1982: Bertolini Brindisi-Berloni Torino 90-103 con 39 punti di Bruce Campbell. La “nuova” Auxilium vanta 6 incontri con 3 vittorie e 3 sconfitte; miglior scarto il 17/04/2016 Manital Torino-Enel Brindisi 83-78 ed a Brindisi il 01/10/2017: Happy Casa Brindisi-Fiat Torino 67-72.

MARCO PORTANNESE TORNA A TORINO PER RINFORZARE IL ROSTER

Marco Portannese, nato ad Agrigento il 29 maggio del 1989, dopo una notevole esperienza maturata nella massima serie ed in quelle inferiori del basket nazionale è pronto a vestire la maglia della Fiat Torino, in una piazza che già conosce per averla frequentata da giocatore nel 2011/12. Tra i suoi best le stagioni in serie A con la Mens Sana Siena (2007/08), la Sutor Montegranaro (2008/09), la Virtus Bologna (2014/15) e la Vanoli Cremona, negli ultimi due anni. Guardia tiratrice di 192 cm per 82 kg, è stato anche convocato nella nazionale sperimentale italiana, all’epoca guidata da Simone Pianigiani e nel 2017, in virtù delle origini della madre, è stato selezionato in quella svizzera.

SORBINO CUP: SABATO SERA L’IREN FIXI OSPITA L’ELCOS BRONI

Con un giorno d’anticipo rispetto al solito, la Iren Fixi Torino, sabato sera affronta l’Elcos Broni nella sesta giornata della Sorbino Cup Seria A1 Femminile 2018/2019. La squadra di coach Riga si ritrova a sfidare un avversario ostico, ambizioso, complicato, decisamente di valore maggiore rispetto alle stagioni precedenti. Dopo aver scontrato i top club di questo campionato come Venezia, Schio e Napoli, è dunque l’ora di Broni, squadra che per valore tecnico si presenta di medio-alta classifica.