POETA: TRASFERTA LUNGA, ORA MASSIMA CONCENTRAZIONE

Il concetto guida della Fiat Torino per i prossimi sette giorni di fuoco che l’attendono, a partire da domenica 12 novembre, è “stay focused”. Oggi sono ripresi gli allenamenti al PalaRuffini, dopo il ritorno di ieri da Kazan, via Praga. Uno dei primi a presentarsi all’appello è stato il capitano, Peppe Poeta: “E’ stata una trasferta lunga e faticosa – ha commentato – e non possiamo certo dire di aver giocato una gran partita. Siamo entrati in campo con l’approccio sbagliato e non siamo riusciti a cambiarlo. Loro hanno dimostrato più solidità e abitudine a giocare a questo livello in Europa, da squadra che ha già frequentato e con ottimi risultati anche l’Eurolega. Non siamo stati all’altezza e in parte può essere legato al fatto che siamo una formazione in crescita, ancora non abituata a questo tipo di contese. Dobbiamo però capirlo in fretta, soprattutto pensando ai prossimi impegni che ci attendono, i classici “dentro o fuori” sia in Coppa che in campionato. Obbligatorio cambiare l’approccio in fase difensiva e non pensare sempre che allo stesso si possa sopperire con il talento indubbio che abbiamo in attacco”. Due giorni ed ecco la sfida di serie A con Cremona, la settima della stagione nella massima serie: “Non sarà una passeggiata – ha proseguito il capitano – perché Cremona è un’ottima squadra che arriverà a Torino in fiducia, forte della vittoria ottenuta contro Sassari e del fatto che al PalaRuffini avrà poco da perdere. E’ una formazione che gioca in modo libero, seguendo i dettami del suo coach, pericolosa proprio in questi frangenti. In più ha molti americani con tanti punti nelle mani. Insomma dovremo interpretare l’impegno con la massima attenzione. Poi penseremo ai successivi, ancora in casa davanti al nostro pubblico, altrettanto delicati”.


Ufficio Stampa Fiat Torino Auxilium: Roberto Bertellino – Benedetta Abbruzzese