Sassari

Precedenti Storici

La storica Auxilium Torino, non ha mai potuto disputare incontri con la Dinamo Sassari in A1 ma solamente in A2 conseguendo 3 vittorie ed altrettante sconfitte (campionato 1989-90 Banca Popolare Sassari-Ipifim Torino 79-83 ed al ritorno 107-101; campionato1993-94 Banco Sardegna Sassari-Francorosso Torino 87-70  e al ritorno 77-95; campionato 1994-95 Banco Sardegna Sassari-Francorosso Torino 86-85  e al ritorno 96-93). L’Auxilium attuale ha disputato 7 incontri con 2 vittorie la migliore delle quali a Torino il 07/10/2017: Auxilium Fiat Torino-Banco Sardegna Sassari 97-92 e 5 sconfitte, la peggiore delle quali a Sassari il 26/12/2016: Banco Sardegna Sassari –Fiat Torino 96-64.

Squadra

Dopo la delusione della passata stagione, con il mancato accesso ai playoff e una cavalcata europea abbastanza fiacca, in Sardegna si è lavorato per allestire un roster pronto a riscattarsi, pur senza compiere una rifondazione totale. Confermati Bamforth e Pierre tra gli americani, insieme agli italiani Spissu, Devecchi e Polonara. Un buon nucleo che ha garantito una dose di talento iniziale non male attorno a cui si è cucito il mercato estivo. che ha portato all’arrivo di un vero colpo come Jaime Smith in posizione di playmaker, quello che era stato un po’ il tallone d’Achille del Banco l’anno passato. A dare il cambio all’ex Cantù, oltre a Marco Spissu, ci sarà Stefano Gentile, in uscita dalla Virtus Bologna e Luciano Parodi (Bahia Blanca Argentina, ceduto al Corinthias Paolista-Brasile il 26/11/2019). Bamforth, così, potrà agire unicamente da guardia, in un reparto esterni che sarà completato dall’atletico Terran Petteway, visto nel 2016/2017 a Pistoia e l’anno scorso diviso tra Nanterre e PAOK Salonicco (53 partite complessive a 10,2 punti e 3 rimbalzi di media, ma liberato il 21/12/2018). Completamente rifatto il look sotto canestro, con gli arrivi di Rashawn Thomas e Jack Cooley. Il primo è un atletone, ala forte di 2.03 alla prima esperienza in Europa dopo un anno di G-League con la squadra affiliata agli Oklahoma City Thunder. 14 punti e 7 rimbalzi di media per lui, ma tutto da scoprire qua. Cooley, invece, è un centro grosso (parecchio, 2.08 per 120 chili), non particolarmente mobile, ma con movimenti morbidi. L’anno scorso era negli Stati Uniti con i Sacramento Kings, ma ha già avuto esperienze europee con Trabzonspor, Malaga e Ludwigsburg. Dovrebbe, nelle intenzioni, integrarsi bene con le doti di atipici come lo stesso Thomas, Dyshawn Pierre e Achille Polonara. A coprire eventuali minuti di necessità ci sono anche gli arrivi di Daniele Magro e Ousmane Diop. In definitiva una squadra che sembra avere le carte per poter rifarsi in questa stagione, anche se rimangono alcuni dubbi, come, per esempio, una pericolosità da dietro l’arco tutta da testare (fuori da Smith, Bamforth e Spissu gli altri non sono grandi specialisti). Starà al neo coach Vincenzo Esposito mettere in ordine i pezzi del puzzle. E tornare a far divertire gli appassionati del Palaserradimigni. Dopo la rinuncia a Terran Petteway, sono stati ingaggiati Justin Carter (Shabab Ali Ahli Dubai-Emirati Arabi dal 14/01/2019), Tyrus McGee (Alfion Belhedye-Turchia dal 14/01/2019).

Coach:

Vincenzo Esposito (Pistoia)

Confermati:

Scott Douglas BAMFORTH, Dyshawn PIERRE, Giacomo DEVECCHI, Emilio POLONARA, Marco SPISSU, Marco Antonio RE, Filippo CHESSA, Christian MARTINS.

 Acquisti:

Jaime SMITH (Cantù A1), Terran PETTEWAY (Nanterre-Francia, Free Agent dal 21/12/2018), Rashawn THOMAS (Oklaoma City Blue–G League), Jack COOLEY (Sacramento Kings-NBA), Daniele MAGRO (Pistoia-A1), Stefano GENTILE (Virtus Bologna-A1), Ousmane DIOP (APU Udine-A2), Justin CARTER (Shabab Ali Ahli Dubai-Emirati Arabi dal 14/01/2019), Tyrus MCGEE (Alfion Belhedye-Turchia dal 14/01/2019), Luciano PARODI (Bahia Blanca-Argentina- Free Agent dal 26/11/2918).

Cessioni:

Federico PASQUINI (ex coach passato dirigente), Rock STIPCEVIC (Rytas Vilnius- Lituania), Joshua BOSTIC (Gdynia-Polonia), Darko PLANINIC (Zielona Gora-Polonia), Shawn JONES (Hapoel Holon-Israele), William Hatcher (Paok Salonicco-Grecia), Andrea PICARELLI (Dinamo Cagliari-A2), Ezio GALLIZZI (Dinamo Cagliari-A2), Jonahtan TAVERNARI (Cantù-A1), Simone CASULA (Ferrini Quartu-Serie C Silver), Giuseppe BERGONZI (Ferrini Quartu-Serie C Silver).

Società

Il 23 aprile del 1960 è la data in cui un gruppo di studenti del Liceo Azuni costituisce la società Dinamo Sassari e l’atto di affiliazione alla Federazione italiana pallacanestro è la base su cui nel 1963 la Dinamo gioca la B regionale. I primi anni ‘70 fanno temere per un possibile tramonto dell’epopea della palla a spicchi e, conseguentemente, della Dinamo. Il ‘74 si gioca in serie D, e nel 1975 si punta alla B ma si ottiene la C. Gli anni ’80 si aprono con una retrocessione, ma nel 1982, l’anno dei Mondiali di calcio e del palazzetto in piazzale Segni, la Dinamo gioca in serie B, ma la svolta è vicina, lo sponsor diventa la Banca Popolare, la società scalda i motori. È il 1989: l’anno della prima impresa, la stagione in cui con De Sisti in panchina, corona aspirazioni, sogni e speranze di Sassari e Sardegna regalandosi la prima volta in serie A2. La A2 era una sfida molto affascinante ma particolarmente complessa, che nonostante tutto i biancoblu affronteranno sul parquet per ben 17 anni, sino all’amara retrocessione del ’99 scongiurata tramite l’acquisizione del titolo sportivo di Forlì. Retrocessione che comunque avvenne l’anno successivo e stavolta Sassari si ritrova a giocare in serie B. Un brutto colpo, ma la società non smobilita ed anzi rilancia per assaltare sin da subito il bersaglio grosso, per riportare l’orgoglio sardo alla ribalta di una platea che merita e sulla quale ha dimostrato di poter giocare. Ci vogliono però tre sofferte stagioni per rivedere la Dinamo Banco di Sardegna in paradiso; la squadra domina i campionati ma la prima volta si arrende ai quarti di finale contro Cefalù, la seconda in finale con Osimo, e solo al terzo tentativo consecutivo la Dinamo Banco di Sardegna torna in serie A2.  Dopo 4 anni di tranquilla permanenza in A2 la Dinamo inizia a porsi l’obiettivo della massima serie e dal campionato 2007-2008 la conquista dei play-off diventa una costante, sino a coronare il sogno Serie A1 al termine del campionato 2009-2010. Dopo il primo anno da “matricola”, culminato con l’accesso ai play-off della finale scudetto, la Dinamo rischia la scomparsa e dopo un’estate tumultuosa, avviene il passaggio di proprietà nelle mani di Stefano Sardara che riesce a coinvolgere gran parte dell’imprenditoria sarda a sostenere il progetto sportivo della città.  La Dinamo Banco di Sardegna Sassari riparte ancora dalla Lega A ma riparte da una solida base ed è un susseguirsi di successi culminati nel 2013-2014 con la vittoria in Coppa Italia, e l’anno successivo con la riconquista della Coppa Italia, del Campionato Nazionale di A1 e della Super coppa Italiana. Il 25 giugno 2014 viene ufficializzata la sua prima partecipazione all’Euroleague. Il 5 ottobre vince la Supercoppa Italiana per 96-88 contro l’Olimpia Milano (detentrice dello scudetto) e conquista il secondo trofeo della sua storia. Il 22 febbraio 2015, la Dinamo Sassari conquista la seconda Coppa Italia della sua storia, battendo ancora l’Olimpia Milano con il punteggio di 101-94. Al termine della stagione la Dinamo Sassari disputa i playoff per il quinto anno consecutivo, sconfiggendo prima ai quarti l’Aquila Trento e in semifinale l’Olimpia Milano, arrivando così in finale scudetto control la Pallacanestro Reggiana. Il 26 giugno 2015 conquista il suo primo scudetto vincendo la serie 4-3. Nella stagione successiva la Dinamo chiude la regular season di Eurolega all’ultimo posto del suo gruppo e nelle Last 32 di Eurocup. Il girone d’andata del campionato si chiude al sesto posto, che consente di disputare per il quinto anno consecutivo la Final Eight di Coppa Italia, dove ai quarti affronterà la Vanoli Cremona. Al termine della stagione regolare, la squadra si qualifica per il sesto anno consecutivo ai playoff, venendo eliminata ai quarti di finale dal Reggio Emilia. 2016-2017 In campionato il club ha chiuso il girone di andata al sesto posto, ottendendo per la sesta volta consecutiva l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia. Dopo aver battuto ai quarti di finale Avellino e in semifinale Brescia, vengono sconfitti in finale dall’Olimpia Milano. Al primo anno di partecipazione in Champions League, dove il club ha chiesto e ottenuto di poter partecipare con i colori bianco e verde, in omaggio alla storia della Dinamo, il Banco di Sardegna ha chiuso la regular season al quinto posto del gruppo E, con 7 vittorie e 7 sconfitte. Qualificatisi ai playoff europei, superano gli ottavi di finale battendo i francesi del Le Mans Sarthe ma vengono eliminati ai quarti dal Monaco. In campionato, escono ai play-off perdendo per 3-0 contro Trento. 2017-18 10ª in Serie A. Semifinali di Supercoppa italiana. Basketball Champions League. Ottavi di finale Eurocup.

1960 · Fondazione della Dinamo Basket Sassari con sede a Sassari.

1962-63 · in Serie B regionale.

1965-66 · in Serie D, promossa in Serie C.

1980-81 · in Serie C, promossa in Serie B.

1981-82 · in Serie B.

1982-83 · 13ª nel girone B di Serie B, retrocessa in Serie C.

1983-84 · in Serie C, promossa in Serie B.

1984-85 · 8ª nel girone B di Serie B.

1985-86 · 3ª nel girone B di Serie B.

1986-87 · 8ª in Serie B d’Eccellenza.

1987-88 · 8ª in Serie B d’Eccellenza.

1988-89 · 2ª in Serie B d’Eccellenza, vince i play-off promozione, promossa in Serie A2.

1989-90 · 13ª in Serie A2. 3ª nel girone D degli ottavi di finale di Coppa Italia.

1990-91 · 11ª in Serie A2. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1991-92 · 10ª in Serie A2, 6ª nel girone giallo dei play-out di Serie A1. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1992-93 · 12ª in Serie A2. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1993-94 · 8ª in Serie A2, 4ª nel girone giallo dei play-out di Serie A1. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1994-95 · 8ª in Serie A2, semifinali dei play-off promozione. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1995-96 · 11ª in Serie A2. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1996-97 · 10ª in Serie A2, primo turno dei play-off promozione. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1997-98 · 8ª in Serie A2, semifinali dei play-off promozione. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1998-99 · 13ª in Serie A2, retrocessa in Serie B d’Eccellenza poi ripescata in seguito all’acquisizione del titolo sportivo della Libertas Forlì. Sedicesimi di finale di Coppa Italia.

1999-00 · 11ª in Serie A2, retrocessa in Serie B d’Eccellenza.

2000-01 · 1ª nel girone A di Serie B d’Eccellenza, primo turno dei play-off promozione.

2001-02 · 2ª nel girone A di Serie B d’Eccellenza, finale dei play-off promozione.

2002-03 · 3ª nel girone B di Serie B d’Eccellenza, vince i play-off promozione, promossa in Legadue.

2003-04 · 10ª in Legadue. Vince la Coppa Disciplina di Legadue (1º titolo).

2004-05 · 13ª in Legadue. Vince la Coppa Disciplina di Legadue (2º titolo).

2005-06 · 11ª in Legadue.

2006-07 · 13ª in Legadue. Vince la Coppa Disciplina di Legadue (3º titolo).

2007-08 · 3ª in Legadue, quarti di finale dei play-off promozione.

2008-09 · 5ª in Legadue, finale dei play-off promozione.

2009-10 · 3ª in Legadue, vince i play-off promozione, promossa in Serie A.

2010-11 · 6ª in Serie A, quarti di finale dei play-off scudetto.

2011-12 · 4ª in Serie A, semifinali dei play-off scudetto. Quarti di finale di Coppa Italia. Vince la Coppa Disciplina di Serie A (1º titolo).

2012-13 · 2ª in Serie A, quarti di finale dei play-off scudetto. Semifinali di Coppa Italia. Regular season di Eurocup.

2013-14 · 4ª in Serie A, semifinali dei play-off scudetto. Vince la Coppa Italia (1º titolo). Ottavi di finale di Eurocup.

2014-15 · 5ª in Serie A, campione d’Italia (1º titolo). Vince la Supercoppa italiana (1º titolo). Vince la Coppa Italia (2º titolo). Regular season di Eurolega Last 32 di Eurocup

2015-16 · 7ª in Serie A. Quarti di Finale play-off. Quarti di finale di Coppa Italia. Ultimo posto girone di qualificazione (Gruppo DF) Euro Lega. Last 32 Euro Cup.

2016-17 · 5ª in Serie A. Quarti di Finale play-off. Finale Coppa Italia persa con Milano.

2017-18 ·10ª in Serie A. Semifinali di Supercoppa italiana. Basketball Champions League. Ottavi di finale Eurocup.

2018-19 ·–ª in Serie A.

Posizione

Sassari è un comune italiano di circa 130.000 abitanti, capoluogo di provincia in Sardegna. Situato a 225 mt.s.m. su un altopiano di calcari miocenici in parte carsificati declinante a nord-ovest verso il Golfo dell’Asinara e la pianura della Nurra, mentre a sud-est il terreno è prevalentemente collinare. E’ il comune più esteso della regione e il più estes0 d’Italia dopo Roma, Ravenna, Cerignola e Noto.

Storia

Nel Medio Evo, per il continuo afflusso di popolazioni costiere minacciate dalle incursioni barbaresche, divenne un centro commerciale assai attivo e rivendicò la propria autonomia contro il potere del giudicato di Torres, un’autonomia limitata dai particolari accordi stipulati con Pisa. Nel 1294 passò ai Genovesi e poi agli Aragonesi contro i quali insorse a più riprese (1325-29), ma riconquistata si arrese ad Alfonso V (sec.XV). Tra il 1524 e il 1639 per sette volte subì incursioni barbaresche, contro le quali fu fortificata con la costruzione  delle torri dell’Asinara, Pelosa, Isola Piana. I Francesi l’occuparono nel 1527; tornata agli Spagnoli, perdette gran parte della sua autonomia. Passata nel 1720 sotto Casa Savoia, durante la Rivoluzione Francese fu teatro di moti antidinastici; nel 1835 Carlo Alberto ci decise l’abolizione dei fondi.

Nativi

Anastassia Angioi, atletica leggera; Rosanna Baiardo, ex pallavolista; Massimo Chessa, cestista;…Elisabetta Canalis, attrice e showgirl.