Category Archives: Crocetta Torino

40 ANNI DOPO LA SERIE A TORNA ALLA BALLIN

A metà degli anni 70’ l’allora Auxilium targata Chinamartini si allenò con frequenza presso la palestra dell’Oratorio della Crocetta, oggi intitolata a Valentino Ballin che a quei tempi la A ai Salesiani aveva accolto a braccia aperte. Venerdì 20 aprile, dalle 16 alle 18, l’Auxilium, ora abbinata Fiat, tornerà a lavorare sul parquet di via Piazzi. Anche se solo per un giorno, comunque uno storico ritorno al passato, proprio nella stagione in cui si festeggiano i 70 anni di basket alla Crocetta.

CROCETTA SENZA FRENI, DERBY A SENSO UNICO

L’unico barlume di esistenza di un derby alla Ballin è il 2-2 del 2’. Poi solo e tanta Crocetta. Conti domina a rimbalzo difensivo, Gioria è attivissimo, Arese centra il bersaglio grosso e per il Collegno, sceso in campo in formazione rimaneggiata, il break aperto di 9-0 non è per nulla un buon presagio.  Un uragano gialloverde si abbatte infatti sugli ospiti: segnano Gioria, Ceccarelli, Conti, Pozzetti, il rienrante Giusto, e il 23-2 dell’8’ chiude già qualunque discorso.

CROCETTA DAL CUORE GRANDE, SECONDO POSTO IN CASSAFORTE

Come alla Ballin anche nel ritorno casalingo del PalaCima Il Canestro fa sudare fino in fondo i due punti alla Crocetta.  Poco importa che, tra infortuni e assenze, siano costretti a presenti in 7: i biancoazzurri fanno il loro solito gioco, fatto di mille tentativi da tre e difesa arroccata, e rendono durissima la vita ai ragazzi di Arioli.  Alla fine la Crocetta la spunta e grazie alla vittoria, e complice il ko di Bra a Ciriè, si garantisce la certezza della seconda posizione nella griglia di partenza dei playoff. Sotto il profilo statistico una cifra traduce bene lo sviluppo della gara: Il Canestro tira per 31 volte da tre (12 a segno) e 38 da due; la Crocetta per 25 volte da oltre l’arco (9 i bersagli) e per 33 da dentro.

GRAN PRIMO TEMPO, LA CROCETTA VINCE IL DERBY E DIFENDE IL SECONDO POSTO

Vittoria nel derby e assalto del Bra respinto. Alla Ballin la Crocetta supera la 5 Pari e difende il secondo posto alle spalle della capolista Domo.
Gran primo tempo quello della squadra di Arioli: l’attacco gira che è un piacere, la difesa, in prevalenza a uomo con qualche spruzzata di zona, paga qualcosa soltanto sugli esterni ma non va mai in affanno.

BARALE CONVOCATO AL TROFEO DELLE REGIONI

Dopo la Ludec Cup nel dicembre scorso a Lucca, oggi la convocazione nei 12 per il Trofeo delle Regioni in programma dal prossimo 28 marzo a Seregno e dintorni. Il crocettino Andrea Barale si conferma titolare stabile della Selezione piemontese 2004.
Al Trofeo delle Regioni ‘Cesare Rubini’ il Piemonte esordirà il 29 marzo a Media affrontando la Puglia.

comunicazione@basketdonboscocrocetta.it

CROCETTA IN CERCA DI RISCATTO NEL DERBY CON LA 5 PARI

Derby d’alta classifica sabato 24 marzo alla Ballin. Reduce dal ko di Alessandria la Crocetta ospita alle 21 la 5 Pari: ‘Inutile nascondere l ‘importanza di questo derby – commenta il coach gialloverde Andtonello Arioli -, abbiamo bisogno di un pronto riscatto dopo la sconfitta con la Zimetal: sia per la classifica che per riprendere il feeling con il campionato’. Uno stop quello del PalaCima che ha messo a rischio la posizione alle spalle di Domo, alla luce anche della rimonta dell’Abet Bra: ‘Il secondo posto dipende da noi, dobbiamo trasformare la nostra condizione in crescendo in prestazioni sul campo’.

CROCETTA SOLO PER UN TEMPO, SCONFITTA MERITATA

L’approccio alla gara è pure di quelli giusti e per tutto il primo tempo la Crocetta ci sta nel complesso dentro, abbinando un efficace mix di tecnica ed agonismo. Ma la sconfitta al PalaCima contro la Zimetal è meritata, per non dire meritatissima per quanto i salesiani non fanno e anzi subiscono per tutta la seconda metà di gara.

CASALE FA SUDARE LA CROCETTA

Guardando il risultato finale e i 15 punti di distacco verrebbe da pensare ad una passeggiata della Crocetta. In realtà il match della Ballin è molto più equilibrato di quanto dica lo scarto, e la squadra di Arioli deve dare fondo a tutto il suo bagaglio di (maggiore) esperienza per venire a capo di un’agguerritissima Casale Basket. Per larghi tratti la giovane formazione monferrina nasconde la gran differenza di classifica (e anche di talento e backgorund) con la solita faccia tosta, l’enorme intensità difensiva e la precisione da lontano (10 su 29 da tre).

CROCETTA ALLA RICERCA DI SEGNALI (POSITIVI)

Alla Ballin arriva la giovanissima Casale Basket, fanalino di coda del campionato ma squadra da affrontare con il massimo rispetto e le dovute precazioni da parte di una Crocetta che ha assoluto bisogno di mettersi alle spalle un mese e mezzo di grosse difficoltà, fisiche e di salute generale prima ancora che tecniche: ‘Abbiamo bisogno di una partita che possa darci segnali di una condizione in miglioramento – commenta coach Antonello Arioli -. Il resto non conta troppo:

LA CROCETTA CADE NEL FINALE A FOSSANO

La capolista Domo passa sul campo del Cus, la Crocetta inciampa ancora, a Fossano, e ora insegue a 4 punti (che in realtà sono 6, vista la differenza-canestri negli scontri diretti favorevole agli ossolani).  L’approccio alla partita da parte dei salesiani è quello giusto, almeno in fase offensivo: il 4-5 lo mette a referto Giusto. La manovra è fluida e libera al tiro Gioria per il 7-8 del 4’. Con fatica, i padroni di casa  muovono il punteggio ma subiscono il talento e l’esperienza di Conti, prima mandato a tirare liberi (2/2), poi a segno su azione per il 9-14 del 5’.