B/M – La Allmag PMS ospita al Ruffini la Libertas Livorno. Squarcina: “Per noi è una finale”

Domani sera al PalaRuffini, la Allmag PMS Basketball affronterà la Libertas Livorno. Una partita importantissima per entrambe le squadre che, a seconda del risultato,  darà una piega differente al percorso delle due compagini. Livorno è l’unica squadra ancora senza una vittoria, nonostante sia stata capace di tener testa fino alla fine a squadre sulla carta più attrezzate e nonostante cinque giocatori – Mastrangelo (16.1), Giampaoli (15), Dell’Agnello (13.5 punti ai quali aggiunge 15 rimbalzi catturati di media a partita) Lasagni (11.8) e Giorgi (11.7) –  in doppia cifra di media.

Moncalieri, invece, è ferma a due punti dopo la vittoria esterna contro San Giorgio ed ha i suoi migliori marcatori in Guglielmo De Ros e Emmanuel Enihe, rispettivamente 8.8 e 8.6 punti di media a partita. I ragazzi di Spanu, dopo un inizio difficile, hanno iniziato ad inanellare una serie di buone prestazioni, non riuscendo a capitalizzare, però, quanto di buono fatto durante le partite. Scossa sicuramente positiva, l’inserimento di Daniele Merletto, con 12 punti è stato il miglior marcatore a Varese, che durante il campionato potrà – grazie all’esperienza acquisita nella categoria – guidare i giovani compagni in un percorso di crescita ulteriore.

Palla a due giovedì 7 dicembre alle 20.30 al PalaRuffini. Ingresso gratuito per tutti.

LE DICHIARAZIONI DELL’ASSISTANT COACH IACOPO SQUARCINA

Contro Livorno, per noi è una partita che vale come una finale, vincendo andremmo a quattro punti e avremmo il vantaggio a favore nostro. E soprattutto servirebbe a dare una risposta all’ambiente, dopo la sconfitta di Alba – dove abbiamo buttato via la partita negli ultimi 4’ – e la partita con Varese che per certi versi abbiamo gestito anche peggio nel finale, oltre ai due quarti iniziali ad un ritmo non ottimale. Incontriamo una squadra che, come noi, è in difficolta, ma che ha un quintetto di valore e una panchina che sta provando a trovare delle dinamiche diverse. Il problema maggiore sarà fermare Gianpaoli e Mastrangelo che sono le loro bocche da fuoco”.