BARRAZ VERSO IL DERBY: ‘COME UNA SQUADRA CON LA ‘S’ MAIUSCOLA’

Tra le squadre indicate da molti – con il solito pressapochismo che pervade i pronostici estivi – per la parte bassa della classifica, la neo-promossa Ginnastica ha finora stupito tutti ed è la vera grande sorpresa di questo primo scorcio di campionato. Le sconfitte esterne con 5 Pari e Basket Club Serravalle poi e quella dello scorso turno con il Bra alla Panetti (arrivata soltanto al supplementare, a fronte di una delle potenziali big del campionato) non hanno affatto ridimensionato la cifra dei Reali, condizionanti pesantemente e in maniera costante nei primi mesi di C Gold dalle assenze e dalle precarie condizioni di più di un elemento ma capaci comunque di giocarsela sempre a viso aperto con tutti. Il derby di sabato 30 novembre alla Ballin (ore 21, ingresso gratuito), il primo del trittico che attende i ragazzi di Conti in chiusura di anno – prossima settimana a Collegno, poi il risposo, quindi a Moncalieri alla vigilia di Natale -, si propone al di là di ogni possibilità di pronostico, e non soltanto perché si tratta di una sentita e storica stracittadina. ‘Non servono troppe presentazioni – spiega Amin Barraz, accostato in estate proprio alla Ginnastica prima della firma con la Crocetta -, c’è già tutto, a partire dalla cornice storica fino ad arrivare alle pure motivazioni agonistiche e di vittoria di una squadra piuttosto che dell’altra’. Lo spirito cui i salesiani si avvicinano all’importante appuntamento sembra quello giusto: ‘Come una Squadra, come una famiglia, insieme e uniti verso un unico obiettivo. Squadra …rigorosamente con la S maiuscola: è la parola chiave per arrivare pronti ad un match che si giocherà sulla voglia agonistica e sul filo dell’errore’. Il derby numero due per i salesiani, dopo quello sfortunato di due settimane fa con la 5 Pari, sarà proprio tutto lì: ‘Come sempre – aggiunge Barraz – alla fine vincerà chi ne farà di meno, cercando di andare a sopperire il più possibile anche all’eventuale errore di un compagno unendosi tutti insieme come gli ingranaggi di un orologio: Il risultato non sarà soltanto la possibilità di leggerne l’ora, ma una volta oliato a dovere, il ticchettio sarà l’insieme del suono di molti per il bene di uno. Applicando questa mentalità e giocando con l’intensità che sappiamo tirare fuori, sono sicuro che ci saranno tutte le possibilità per far bene non solo domani, ma in tutto quel che resta del campionato’.

https://www.basketdonboscocrocetta.it